Post in evidenza

Le magie in cui credo

Perchè alcune magie seppur banali sono vere... Credo fermamente al potere magico di un sorriso che ci viene donato gratuitamente ed...

4 marzo 2013

IL SENSO DI COLPA


COSA E’
Il senso di colpa è uno degli atteggiamenti più subdoli e sottili che ognuno di noi ha. Si nasconde, infatti “tra le pieghe” di molte altre emozioni come rabbia, impotenza, tristezza, etc.
Ad esempio, improvvisi attacchi di rabbia (furibonda) verso una persona o una situazione, che poi si trasformano in impotenza, possono essere ben fondati sul senso di colpa.
Il senso di colpa, molte volte, è come un serpentello che striscia sull’erba: si vede l’erba che si muove e nient’altro.

Chi vive nel senso di colpa riscontra queste caratteristiche:

- incapacità di prendere decisioni.
- preoccuparsi eccessivamente per il futuro.
- Rimandare continuamente - dilazionare qualunque cosa.
- Paura di ciò che potrebbe succedere - non controllo sulle cose.
- Sentirsi colpevole di cose che devono accadere.
- Vergogna e preoccupazione per ciò che è accaduto
- Provare vergogna perché c'è qualcosa di sbagliato in sé .
- Sentirsi in colpa perché si è fatto qualcosa di sbagliato.

Il senso ci colpa nasce nel passato, vanifica il tempo presente (paralizzando il modo di agire) e produce inquietudine per il futuro.

Quando è “diretto” e cioè si esprime nel rapporto con noi stessi, si manifesta come un giudizio:

non sono abbastanza bravo

non faccio quello che dovrei
sono un incapace
non sono abbastanza attento

A volte è una deduzione che traiamo da situazioni:


sul lavoro hanno affidato un compito ad un altro .. quindi c’è qualcosa che non va in me

il mio fidanzato mi ha lasciata...quindi....
in quel negozio non mi hanno considerato.... quindi .......

Più giudichiamo negativamente una parte di noi stessi, più il senso di colpa si rafforza. È come se, obbligatoriamente, non riuscissimo ad adeguarci ad uno “standard immaginario” di ..... bellezza ...... intelligenza.... bravura...... attenzione......etc.


Ciò significa che non accettiamo:

noi stessi
i nostri valori
le nostre scelte
ƒle cose che ci piacciono
i nostri gusti
i nostri piaceri
il nostro corpo


Purtroppo lo schema di “senso di colpa” è uno degli atteggiamenti più “pericolosi” per noi stessi, perché la colpa richiede punizione. E tutta quella folta schiera di individui che credono di aver fatto qualcosa di sbagliato o che ci sia qualcosa di sbagliato in ciò che riguarda loro stessi, si autopuniscono in uno o più settori della loro vita: amore, denaro,
successo.......... Ricevono amore.... pensano di non meritarlo.... e inconsciamente lo sabotano. Potrebbero migliorare la parte economica, ma tengono lontano il denaro e lo sprecano appena lo ricevono.
Il senso di colpa non ci fa mai sentire di meritare qualcosa. La colpa può distruggere la tua felicità e la tua relazione molto rapidamente. Se ti senti colpevole, ti sembrerà di non meritare l’amore del tuo partner. Potrai reprimere il senso di colpa sufficientemente a lungo ed iniziare una relazione, ma non lo potrai tenere represso per sempre. Non appena inizierai a sentirti impegnato, la colpa riemergerà e ti ritroverai a rifiutare l’amore del tuo
partner. Potrai farlo fuori subito dalla tua vita, oppure potrai iniziare ad avere dei forti dubbi sulla genuinità del suo amore. In ogni caso farai di tutto per farlo uscire dalla tua vita.
Dai un’occhiata alla tua vita. Stai punendo te stesso nella tua carriera? Nelle tue cose finanziarie? Nelle tue relazioni personali? Nel tuo corpo? In tutte queste aree? Uscire dal senso di colpa quindi è un grande contributo che potete dare alla vostra libertà, diventando individui autonomi, che credono in loro stessi, motivati, attenti e amorevoli.

LE ORIGINI DEL SENSO DI COLPA

Al di là che è possibile portarsi il senso di colpa da vite passate, in questa vita il senso di colpa può farsi sentire molto presto. I semi della colpa possono iniziare a svilupparsi fino dal concepimento. Avendo scelto di incarnarti, potresti sentirti in colpa pensando di esserti separato da Dio.
Un altro senso di colpa può derivare dalla “sindrome di colpa infantile”, caratterizzata da una sensazione di intensa colpa per aver fatto del male a tua madre nascendo.
Se poi non sei adeguato, come sesso, a quello che desideravano i tuoi genitori, potresti iniziare a sentire che in te c’è qualcosa che non va.
In senso generale possiamo affermare che dove c’è separazione, da una persona,situazione, idea o modelli, facilmente lì nasce il senso di colpa.
In più tu puoi nutrire colpe religiose, sociali, e per tutto ciò che ritieni di aver fatto male.
Il senso di colpa può anche derivare da modelli di altri a cui volevamo molto bene, così abbiamo copiato il loro schema.
Può anche essere inculcato dai genitori o dagli insegnanti; oppure inculcato da noi stessi, perché proviamo rabbia, rancore, odio verso di loro.

PRESUNTI VANTAGGI

Il senso di colpa ci fa stare male, eppure, anche se sembra demenziale, il senso di colpa ci dà l’illusione di averne dei vantaggi. Non scandalizziamoci, esploriamo il senso di colpa e cerchiamo i vantaggi:

non mi prendo la responsabilità appieno

non faccio qualcosa
ƒnon corro il rischio
ƒmi autopunisco così evito che siano gli altri a punirmi.
ƒevito la fatica di cambiare.
ƒfaccio la vittima e cerco comprensione.
ƒmi faccio compatire
ƒcosì non faccio niente
ƒsoddisfa una parte di me
ƒlascio scatenare la mia rabbia
ƒmi autococcolo
ƒmi sento piccolo con bisogno di protezione
ƒamo me stesso
ƒfuggo
ƒnon prendo decisioni
ƒmaggiore aggressività
ƒconquisto l’approvazione degli altri
ƒpenso che sentendomi in colpa in qualche modo correggerò l’errore compiuto

COME LO SI INDIVIDUA

Il primo passo per poter intervenire sul senso di colpa è quindi quello di intercettarlo, di cominciare a chiedersi se, sotto ciò che appare superficialmente, si nasconde il senso di colpa.
Ad esempio, se il tuo disagio ti sembra creato da una persona o da una situazione attorno a te, applica il principio secondo cui ciò che vediamo è una proiezione, e cerca la causa in te, chiedendoti “perché......” e riportando la causa su di te:

ƒil capo mi ha rimproverato.... perché io ...... non sono stata sufficientemente brava

ƒho litigato furiosamente con mio marito.... perché io ....... non ammetto ritardi.....
perché io ...... ho paura di essere abbandonata.
Mi rifiutano O Ho qualcosa che non va
ƒMi giudicano O Non sono abbastanza....
ƒHo paura di perdere l’amore del mio partner O non valgo niente
ƒMio fratello è coraggioso O sono un fifone
ƒHo paura di irritare qualcuno O non ho il coraggio di esprimere le mie opinioni
ƒHo paura di perdere qualcosa O non sono o non faccio abbastanza
ƒMi hanno rubato l’auto O mi sento punito O forse non la meritavo.

SOLUZIONI

Molte sono le componenti che portano a guarire il senso di colpa, ed ognuno deve trovare quella o quelli che più servono per se stessi:

responsabilità

ƒaccettazione di se stessi
ƒautostima
ƒperdono
ƒamore verso di sé
scoperta e rafforzamento dei propri valori
Responsabilità

Quando ti senti in colpa:

ƒdomandati: “quale è la responsabilità che non mi sto assumendo in questo
momento?” di a te stesso: “assumermi la responsabilità è divertente. Il senso di colpa che provo è una strategia inutile”.
ƒImpara dal passato e assumiti la responsabilità di cambiare.

Accettazione di se stessi

Accettarsi così come siamo non significa non fare niente per migliorare, anzi possiamo fare tutto quello che riteniamo necessario per migliorare, però la base è l’accettazione di ciò che siamo adesso. L’accettazione costituisce una base solida su cui edificare il nostro nuovo me stesso.
Autostima
Aver fiducia in se stessi, nelle proprie capacità, caratteristiche e potenzialità significa credere in esse ed avere la possibilità di esprimerle. 
Una strada aperta verso i nostri obiettivi.
Scopri e rafforza i tuoi valori.
“Io sono una persona autodeterminata”.

Perdono

Dopo che hai fatto tutto quello che ritieni necessario per correggere gli eventuali errori commessi, lasciali scivolare via nel perdono verso te stesso: “Io mi perdono completamente”.
Se continui a stare sul pensiero dell’errore dì a te stesso: “sentirmi in colpa non cambierà il passato né mi renderà migliore”.
Quindi tieni vivo il desiderio di cambiare e usa un’altra strategia che non sia il senso di colpa.
Dato che il perdono fa passare dalla colpevolezza all’innocenza, stai attento che il senso di colpa potrebbe far sì che tu pensi di essere colpevole per osare di pensare di essere innocente.
Amore per se stessi
Man mano che smetti di emettere giudizi su di te, il verdetto passerà da “colpevole” a “innocente” e imparerai ad amarti di più.
Amarsi, onorarsi e rispettarsi sono la naturale evoluzione dell’autostima sul piano dei sentimenti.
E non si tratta di presunzione od egoismo. Scoperta e rafforzamento dei propri valori
Si tratta qui di rendere espliciti e specifici i tuoi valori tramite i quali rivedere i vari settori (lavoro, famiglia, affetti, soldi, sesso, Spirito.....) della tua vita. E di seguirli.


1 commento:

zefirina ha detto...

ci vuole un bel lavoro per liberarsene, ahimè

Popular Post